Blog

Inox Decorato e Rigidizzato: due materiali a confronto

Inox Decorato e Rigidizzato… due termini apparentemente simili, ma che in realtà identificano due prodotti con marcate differenze di metodologia di produzione ed esecuzione. Cerchiamo di mettere a fuoco questi termini e relativi prodotti.

Si possono definire “rotoli/lamiere decorati” tutti quei prodotti che presentano su una sola superficie, generalmente quella definita superiore, un disegno o da un decoro, che su essa viene impresso tramite un processo meccanico.

La superficie inferiore della lamiera o del coils nel prodotto decorato non viene interessata dalla formatura a freddo che genera questo decoro sull’altra superficie .

In pratica avremo una superficie con il disegno o decoro cercato, mentre avremo la faccia inferiore quasi liscia.

I materiali decorati sono i seguenti e si indicano con le sottoscritte terminologie correnti:

  • TELA DI LINO, LINEN, che assomiglia alla trama di una tela;
  • QUADRO E DAMA, SQUARES AND CHECKS, con la variante inclinata ROMBO, RHOMBOIDS;
  • FINTA PELLE, 12LG, riconducibile a un ingrandimento della pelle/cuoio

Qui sotto in ordine:  Linen (Rimex); 12LG (Rimex); Rhomboids (Rimex)

linen

12LGRhomboids

 

 

 

 

 

La metodologia per ottenere questi prodotti consiste nel laminare il coils in finitura 2B/BA, tipico della produzione dell’acciaieria, mediante un laminatoio di finitura tipo “Skinpass”, caratterizzato da due grossi cilindri di cui uno,quello superiore, è stato preventivamente lavorato per avere in risalto il disegno voluto.

Questi prodotti hanno riscontrato l’immediato interesse del settore ascensoristico, che li ha utilizzati per la realizzazione di cabine ed elevatori. Questa particolare attenzione al prodotto decorato, non è priva di fondamento, ma si basa sulla valorizzazione di una caratteristica di questo prodotto, cioè quella di esseremolto resistente all’usura superficiale provocata da graffi o incisioni, realtà da non sottovalutare in un mezzo ad un così alto e frequente utilizzo da parte di una vasta utenza. Infatti è stato confermato da studi di mestiere che una superficie non liscia, ma con fondo a disegno uniforme e costante, scoraggia atti di gratuito vandalismo.

Ciò che realmente distingue l’Inox rigidizzato dall’Inox decorato non è la superficie di contatto con l’esterno, che appare ugualmente decorata, ma quella inferiore che presenta lo stesso disegno di quella superiore impresso in negativo.

Il processo di produzione è sempre realizzato con due cilindri, ma a differenza del decorato nell’Inox rigidizzato le superfici sono entrambe incise per realizzare di fatto un incastro del disegno tra cilindro inferiore e cilindro superiore.

Questa particolare laminazione, che può essere eseguita sia su coils sia su lamiere di fatto produce una modifica delle caratteristiche meccaniche del materiale per effetto della nervatura della superficie chedetermina un maggiore rigidità. Da cui il nome Inox rigidizzato, con conseguente maggiore resistenza meccanica del prodotto. Naturalmente le caratteristiche di resistenza superficiale tipiche del decorato vengono amplificate .

Alcuni esempi di materiali rigidizzati sono:

  • GRANA DI RISO, 5WL;
  • Il 6 WL;
  • Il 7GM (Rimex);
  • 13SD (Rimex);
  • Il Treadtex (Rimex);
  • Il  10WG (Rimex);
  • Il  9EH;
  • Il 8HP (Rimex);
  • Il Quilted (Rimex);

Qui sotto in ordine: TREAD TEX (Rimex); 8HP (Rimex);  7GM (Rimex)

Tread Tex8HP7GM

 

 

 

 

 

Ed altri ancora che potrete vedere nei siti www.inoxcolorato.com e www.rimexmetals.com.

(Fonte: Inoxblog.it)

No comments
adminInox Decorato e Rigidizzato: due materiali a confronto

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *